Edifici pubblici, vincolati gli immobili “over 70”

Proponiamo di seguito gli articoli di approfondimento sulle novità apportate al Codice dei Beni Culturali sulla presunzione di vincolo, curati da Guido Inzaghi e Rosemarie Serrato e pubblicati su Il Sole 24 Ore del 3 ottobre 2016.

Edifici pubblici, vincolati gli immobili “over 70”

di Guido Inzaghi e Rosemarie Serrato

Tra le novità del Codice degli appalti è compresa una misura che riporta a 50 anni la soglia per considerare vincolato un bene immobile pubblico (anche in assenza di puntuale provvedimento di vincolo). Read the rest of this entry »

Tocca al Comune bloccare la SCIA presentata dai vicini

Nell’articolo che segue, Guido Inzaghi descrive la disciplina delle contestazioni degli interventi edilizi autorizzati con CIL, CILA e SCIA. (Articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore, il 27 settembre 2016). Read the rest of this entry »

Questioni attuali in tema di arbitrato nel settore degli appalti e delle costruzioni

Di Matteo Ronchi

L’arbitrato costituisce, da tempo, strumento privilegiato di risoluzione delle dispute nel settore del real estate. L’inserimento di clausole compromissorie all’interno dei contratti di appalto di costruzioni è tipico. La rapidità, l’efficienza e la competenza garantita dal procedimento arbitrale costituiscono gli elementi solitamente individuati quali fattori alla base della scelta del ricorso a tale strumento. Read the rest of this entry »

La manutenzione straordinaria dà diritto al beneficio fiscale

Riportiamo di seguito il focus di Guido Inzaghi sugli interventi edilizi che danno diritto a benefici fiscali, pubblicato sulla “Guida Pratica agli sconti del fisco su ristrutturazioni, energia e mobili” de Il Sole 24 Ore il 25 maggio 2016. Read the rest of this entry »

Legittime le clausole di salvaguardia previste negli accordi per l’erogazione delle prestazioni sanitarie a carico del Servizio Sanitario

E’ legittima la clausola inserita nello schema tipo di accordo contrattuale tra gli erogatori privati accreditati con il servizio sanitario regionale e la regione Calabria, nella parte in cui prevede a carico degli operatori privati, l’accettazione incondizionata dei provvedimenti che hanno fissato i tetti di spesa e determinato le tariffe per le prestazioni erogate, nonché la rinuncia ai contenziosi instaurabili contro i predetti provvedimenti. Read the rest of this entry »

Titoli edilizi, primi stop all’autotutela

Riportiamo di seguito gli articoli di Guido Inzaghi, pubblicati su Il Sole 24 Ore del 9 maggio 2016 che analizzano le prime pronunce giurisprudenziali sul nuovo termine di 18 mesi per l’esercizio del potere di autotutela da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Read the rest of this entry »

Il proprietario incolpevole non è destinatario di ordini di rimozione dei rifiuti

E’ illegittimo l’ordine di rimozione dei rifiuti diretto al proprietario incolpevole. La giurisprudenza amministrativa chiarisce, ancora una volta, che non può configurarsi alcuna responsabilità oggettiva in capo al proprietario incolpevole dell’area sulla quale sono stati depositati rifiuti. Read the rest of this entry »

Gestione della discarica, il Tar annulla le linee guida della Lombardia

Con la sentenza n. 522 del 17 marzo 2016, il TAR Lombardia, Milano ha annullato le Linee Guida Regionali per la progettazione e gestione sostenibile delle discariche (DGR 7 ottobre 2014 n. X/2461.
Secondo i giudici milanesi, infatti, la materia disciplinata dalla Linee Guida rientra senza eccezioni nell’ambito della materia «tutela dell’ambiente e dell’ecosistema» che, ai sensi dell’art. 117, comma secondo, lett. s) è riservata alla legislazione esclusiva dello Stato. Read the rest of this entry »

Il termine di 18 mesi per l’annullamento d’ufficio è inderogabile

E’ noto che l’art. 6, comma 1, della legge n. 124 del 2015 ha introdotto una significativa modifica alla disciplina prevista dall’articolo 21-nonies (annullamento d’ufficio) della legge 241/1990, prevedendo che il provvedimento amministrativo illegittimo possa essere annullato d’ufficio, sussistendone le ragioni di interesse pubblico, entro un termine ragionevole, comunque non superiore a diciotto mesi dal momento della sua adozione. Read the rest of this entry »

E’ ammissibile la valutazione di impatto ambientale postuma?

Con l’ordinanza n. 185 del 22 marzo 2016, il T.A.R. Marche ha proposto il seguente quesito alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea: “Se, in riferimento alle previsioni di cui all’art. 191 del TFUE e all’art.2 della direttiva 2011/92/UE, sia compatibile con il diritto comunitario l’esperimento di un procedimento di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (ed eventualmente a VIA) successivamente alla realizzazione dell’impianto, qualora l’autorizzazione sia stata annullata dal giudice nazionale per mancata sottoposizione a verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale, in quanto tale verifica era stata esclusa in base a normativa interna in contrasto con il diritto comunitario”. Read the rest of this entry »

Older posts «

» Newer posts