Novità normative e orientamenti giurisprudenziali in urbanistica, edilizia e ambiente

Guido Inzaghi

Consumo suolo, come funziona la nuova legge in Lombardia

In Lombardia sono entrate in vigore ieri le nuove norme sull’articolata disciplina della riduzione di consumo di suolo. Si tratta della Legge Regionale n. 16 del 26 maggio 2017 che ha modificato le disposizioni transitorie della L.R. 28 novembre 2014, n. 31 “Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e per la riqualificazione del suolo degradato”. La nuova legge consente ai Comuni di approvare varianti ai piani di governo del territorio anche nelle more dell’adeguamento dei PGT alla pianificazione sovraordinata sul consumo di suolo. Inoltre, i termini per Regione, Provincie, Città Metropolitana e Comuni per attuare le regole della riduzione …

Consumo suolo, come funziona la nuova legge in Lombardia Read More »

Edilizia: prescrizioni più snelle per agevolare i cittadini

Con l’articolo che segue, pubblicato su Dossier de Il Sole 24 Ore del 19 aprile 2017, Guido Inzaghi passa in rassegna i recenti interventi legislativi ispirati al principio di semplificazione del regime autorizzativo in materia edilizia.Edilizia: prescrizioni più snelle per agevolare i cittadini di Guido Inzaghi Semplificazione, standardizzazione, certezza. Questi i concetti cardine delle ultime riforme che hanno interessato la materia edilizia. Con i decreti SCIA 1 (D.lgs. 126/2016) e SCIA 2 (D.Lgs. 222/2016) si è infatti data esecuzione alla delega legislativa contenuta nell’articolo 5 della legge Madia (legge 124/2015) in punto di titoli assentivi. In particolare, il secondo dei decreti …

Edilizia: prescrizioni più snelle per agevolare i cittadini Read More »

Il D.P.R. 13 febbraio 2017 n. 31 – La semplificazione dei procedimenti di tutela paesaggistica il raccordo con i provvedimenti edilizi

Il nuovo regolamento sugli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata è oggetto di uno studio di ANCI che sintetizza le principali novità introdotte dal DPR 31/2017. Il quaderno operativo, oltre alla ricostruzione del quadro normativo di riferimento, allinea le procedure edilizie, ormai sempre più autocertificate, con le autorizzazioni necessariamente espresse e preventive richiesta dalla disciplina di tutela dei vincoli paesaggistici. Al riguardo, è paradossale rilevare che la disciplina italiana che regola l’attività edilizia sia sulla carta la più efficiente del mondo occidentale. Solo in Italia è possibile demolire e ricostruire un edificio anche con forma diversa …

Il D.P.R. 13 febbraio 2017 n. 31 – La semplificazione dei procedimenti di tutela paesaggistica il raccordo con i provvedimenti edilizi Read More »

Permesso rifiutato, così i risarcimenti

Proponiamo di seguito gli articoli di approfondimento sulla responsabilità della PA per diniego di permesso di costruire, a cura di Guido Inzaghi e Simone Pisani e pubblicati su Il Sole 24 Ore del 3 aprile 2017. Permesso rifiutato, così i risarcimenti Di Guido Inzaghi e Simone Pisani Il danneggiato da un illegittimo provvedimento di diniego al rilascio di un permesso di costruire, per ottenere il risarcimento del danno, non deve puntualmente provare la colpa della pubblica amministrazione. Lo ha chiarito il Consiglio di Stato aggiungendo, con la sentenza del 2 febbraio scorso (n. 602), un altro importante tassello alla giurisprudenza in materia …

Permesso rifiutato, così i risarcimenti Read More »

Dall’edificabilità al valore dell’area, iter a più fasi

Destinazione urbanistica, valore di mercato e determinazione della base imponibile tributaria sono concetti strettamente intrecciati tra loro. Infatti mentre un’area edificabile viene valutata – ai fini dell’IMU/ TASI – sulla base del suo valore di mercato, un lotto privo di capacità edificatoria (es. un’area agricola) sconterà l’IMU / TASI computata sul valore catastale.  Ma quando un’area può essere considerata edificabile? La domanda sorge perché spesso l’attribuzione di una determinata destinazione urbanistica è il frutto di un iter procedurale a più fasi (si pensi all’adozione e alla successiva approvazione di un piano urbanistico) e su più livelli (alla pianificazione generale si …

Dall’edificabilità al valore dell’area, iter a più fasi Read More »

Milano rifà il PGT – Rapporti tra l’aggiornamento del PGT e la legge regionale sul consumo di suolo

Il Comune di Milano ha avviato il procedimento per l’aggiornamento del Piano di Governo del Territorio. Infatti, con Deliberazione n. 2282 del 29 dicembre 2016 la Giunta ha approvato le linee di indirizzo per l’avvio del procedimento di redazione del nuovo Documento di Piano e delle varianti del Piano dei Servizi e del Piano delle Regole, quali atti che costituiscono il Piano di Governo del Territorio, avviando contestualmente il procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (“VAS”). Tale Deliberazione si fonda sulle Linee Programmatiche approvate dal Consiglio Comunale il 7 luglio 2016 che si sviluppano intorno ai temi fondanti il governo della …

Milano rifà il PGT – Rapporti tra l’aggiornamento del PGT e la legge regionale sul consumo di suolo Read More »

Vincoli assoluti di inedificabilità: le servitù idrauliche

Nella prassi della progettazione un pericolo si nasconde tra le pieghe della pianificazione territoriale e i vincoli inderogabili di livello statale a volte non registrati dalle tavole dei regolamenti comunali, né  facilmente riconoscibili nell’ambiente urbano densificato. Il pericolo è rappresentato dalle previsioni di una norma che ha più di 110 anni ma che mantiene salda tutta la sua efficacia. Si tratta dell’art. 96, lettera f), del R.D. n. 523 del 1904, secondo cui: “Sono lavori ed atti vietati in modo assoluto sulle acque pubbliche, loro alvei, sponde e difese i seguenti: (…) f) Le piantagioni di alberi e siepi, le …

Vincoli assoluti di inedificabilità: le servitù idrauliche Read More »